Scrivendo sulla Sabbia

sabato, marzo 27, 2004


Amo quelle sere in cui butto quattro vestiti nello zaino, prendo le chiavi e parto.
Le sigarette sul cruscotto, cellulare al collo, il cd preferito nell'autoradio. E guidare, attraversare città, paesi, fino laggiù. Parcheggiare, aprire la porta della mia oasi privata, buttare la borsa e uscire con il mio quaderno e le sigarette. Ultimo sguardo alla piscina, alla sua acqua mossa solo da quella leggera brezza notturna.
Amo andare fino alla spiaggia, sedermi sulla sabbia liscia con i piedi nudi nell'acqua fredda. Stare lì, sola con la mia penna, guardare le stelle, l'orizzonte infinito, ascoltare le onde infrangersi sugli scogli e scrivere.

Tornare nel mio piccolo rifugio, tuffarmi in piscina con le parole, con le emozioni. Andare a letto nel silenzio, sola con me stessa, passare weekend così, in relax, a leggere libri, ascoltare i cd preferiti, scrivere. 

Ma vorrei anche partire con qualcuno, stare lì e fare le stesse identiche cose, ma in due. Ma non ho mai trovato una persona che amasse quanto me questi momenti di pseudo spiritualità tra libri, buona musica e nottate in spiaggia a riflettere e scrivere e parlare. Un giorno forse quel qualcuno ci sarà lì al mio fianco.

Potrebbe interessarti anche

0 commenti

Like us on Facebook

Subscribe