Il prossimo scandalo locale sarò IO

venerdì, gennaio 08, 2010


Non posso esimermi dallo scrivere un pezzo su queste notizie degli ultimi giorni, che poi dire "notizie" non è granché appropriato.
In questo caso si è arrivati tardissimo con i tempi per dare un effettivo scoop e inoltre si è abusato di sensazionalismo dove non serve.



Mi riferisco ovviamente agli articolo di ieri e di oggi de Il Gazzettino, che voglio criticare un po', sempre in qualità di Miss nessuno, ma pur sempre una che sa mettere in fila quattro parole, apprezza il buon giornalismo documentato e un minimo di cultura ce l'ha.

"Diventare attrice porno" già sembra una forzatura pro vendite.
Volendo chiunque può avere accesso a del porno di ogni genere in qualsiasi momento su qualsiasi tipo di supporto tecnologico e per gli altri esistono ancora le riviste cartacee.
Vere attrici porno a titolo di esempio: Moana Pozzi, Cicciolina, Jenna Jameson e qua vi trovate tutte le classifiche che volete. Ecco io queste definisco attrici porno.
Senza nulla togliere alla ventenne di Feltre, che è pure una bella ragazza ma aver fatto un video amatoriale non fa di lei una porno star. E' semplicemente una ragazza che ha fatto sesso a tre e si son ripresi. Punto.

La tempestività di questi giornalisti su questo caso fa pena. Di questo video i giovani bellunesi ne parlano da molto più che settimane, se ne parla da primavera-estate. E non parlerei di appassionati di video sharing, il successo è stato il tam tam via chiavetta usb di pc in pc, non di download.

Comprendo che l'articolo è stato scritto da una donna e quindi magari non ha mai visto un film hard, ma per documentarsi c'è modo e un film hard vero non assomiglia molto a questo video amatoriale, molto casereccio e nemmeno particolarmente brillante di cui il web è pieno. L'amatoriale è tra le categorie più visitate nei siti pornografici, a quanto pare a molta gente piace vedere scene meno perfette e più verosimili di quelle proposte dai film hard. Potrebbe saltar fuori da ogni dove una feltrina, o un feltrino in un amatoriale, ce n'è fin che si vuole.
L'ambientazione è squallida, disadorna, le inquadrature statiche e lontane, pessimo audio, i protagonisti maschili non ne escono con l'immagine così prestante di Rocco Siffredi de noialtri. Come diavolo si può definire film hard a tripla ics?
Il successo, se così lo vogliamo definire, di questo video è stata l'identità nota della ragazza, il voyeurismo che tutti noi abbiamo nel voler vedere come una persona che conosciamo sia nel suo privato, specialmente a letto. Perché se volessimo vedere un bel porno, non rientrerebbe nelle prime scelte.
L'unico scopo di questo articolo è stato sicuramente il tentativo di incrementare le vendite e gli accessi web al sito con relativi commenti (per lo più idioti).

Oggi han deciso pure di piazzarci un paio di fotogrammi giusto per vendere di più su una storia già vecchia. Han toccato il fondo di idiozia con quest'articolo, che serve praticamente solo a inneggiare alle oltre 40000 visite al sito de Il Gazzettino.
Ciò che è più cretino è stato intervistare Tinto Brass, che non ha visto il video, che probabilmente non gliene frega neanche niente di vederlo e che lui di attrici vere ne conosce a iosa.
Ma cosa diavolo centra Brass con un amatoriale da quattro soldi? E adesso girarsi un amatoriale dentro casa vuole veramente dire che vuoi fare la pornostar? Non è che semplicemente ti va un diversivo una notte e basta e che forse non avevi preventivato, ingenuamente, di diventare la star locale per questo video?
Si sa che il sesso vende, però sta notiziona da titolone, non è poi una gran notizia.
Ogni cosa è intrisa di sesso, dalla tv ai giornali, dalla strada al web. C'è, lo facciamo tutti, vende, è probabilmente l'unico mercato che non subisce crisi.
Le donne fanno sesso, gli uomini fanno sesso, milioni di coppie o terzetti o quel che è registrano video, scattano immagini. Scelte.
Penso che ognuno nel suo letto possa farci quel che vuole, non sta a nessuno giudicare le passioni, i giochi, le perversioni altrui.
Certo è che se fai un video consapevolmente, fidarsi è bene non fidarsi è meglio e quindi tienilo tu donna che hai più buon senso e probabilmente non ti interessa vantarti in giro con gli amici mostrando le tue prodezze.
Lo scandalo a mio avviso non sta nell'ingenuità di una ragazza che ha avuto fiducia in due uomini, sta piuttosto nel fatto che nel 2010 la gente seppure di piccole realtà locali si scandalizzi, faccia perbenismo su del sesso e poi nelle loro stanzette ci si masturbano con questo video.

E la cosa che preannuncio accadrà, sarà che, in quanto donna, in quanto feltrina, il prossimo scandalo locale sarò IO, per il semplice fatto di aver avuto le palle di criticare un giornale, di scrivere di porno, di conoscere qualche nome di pornostar e di googlare porno per trovarvi qualche link di delucidazione, per aver ammesso di averne visto e per il mio inneggiare alla libertà sessuale e all'inutilità del sensazionalismo su un argomento così scontato.

P.S. Nel caso la redazione de il Gazzettino si trovi in carenza di notizie o argomentazioni di cui tentare di riempire le pagine, può liberamente contattarmi che di cose interessanti e realmente importanti di cui parlare nel feltrino ce ne sono molte.


Potrebbe interessarti anche

4 commenti

  1. Potresti iscriverti a
    http://www.suicidegfs.com
    oltre che scandalizzare i feltrinesi e bellunesi in generale, magari c'è anche qualche guadagno extra con le subscription nel tuo channel privato ;-)

    RispondiElimina
  2. ahahahah Mackley, ma dove vuoi che vada io? XD
    Non sono una fan delle cam ;)

    RispondiElimina
  3. Ecco hai scritto quello che volevo scrivere io, solo che meglio :)

    RispondiElimina

Like us on Facebook

Subscribe