Tuborg & Suoni di Marca - una Storia di Birra e di Musica 2015

martedì, agosto 11, 2015



Tuborg: Love, Live, Sing, Share, Play, Dance

Sono 6 semplici parole da strappare le protagoniste di quest'estate e ognuna ha un significato forte per chi come me ama la musica, i festival, i divertimenti e la possibilità di condividere. 



Da quando ho potuto mettere le mani su queste bottiglie a strappo di Tuborg non ne posso più fare a meno. Perchè nessuno ci ha pensato prima? Questo mi chiedo. E' semplice, immediato e inoltre non rovinerò più accendini, forchette e cellulari per stappare una birra in assenza di un apribottiglie. Questo è il futuro pensato. Grazie Tuborg per questa innovazione! 

Lo spot Tuborg lanciato ad aprile è divertente e rappresenta perfettamente il mondo giovane in modo particolare nel periodo più caldo e godereccio dell'anno. Spiagge, notti stellate, amici, giochi da fare, viaggi, party fino a tardi e la mattina dopo in ufficio come se niente fosse, o quasi. E' la nostra vita, quella dei giovani che vogliono vivere ogni attimo, soprattutto d'estate. 



Una cassettina in legno verde e al suo interno un six pack da condividere, questo è tutto quel che serve per una serata perfetta d'estate. Un tavolo in giardino alla luce delle stelle con un fiume di parole e risate con gli amici. Una serata di pizza in casa con la giusta birra leggera e gustosa da abbinare. Una notte in cui sedere su un prato a guardare le stelle con una bottiglia di birra ghiacciata. Questi sono i piaceri della vita, quelli per cui vale davvero la pena di vivere, quelli di cui riempiamo le nostre pagine social. 



  • DANCE. Le serate in spiaggia, le discoteche all'aperto o semplicemente in solitaria preparandosi per uscire usando la spazzola come microfono. Ballare è gioia, e non necessariamente dobbiamo essere ballerini provetti per farlo, ci basta la voglia di divertirci. 
  • LOVE. Quanti baci al sapore di birra ci sono in un'estate? Un'infinità. Poco importa l'età che abbiamo, se ci troviamo su una spiaggia al chiaro di luna o in montagna di fronte al tramonto, i baci e le birre sono spesso un binomio magico. 
  • SING. Gite in macchina verso luoghi lontani, viaggi spensierati, in cui la musica è protagonista o docce fresche sotto cui cantare e poi i festival più belli delle vacanze. La musica a tutto volume è per dicotomia estate. 
  • LIVE. E' il momento dei grandi festival, dei concerti più attesi, delle serate in piazza. Musica, musica, musica fino a notte fonda e rigorosamente live. Ma per me Live Tuborg vuol dire anche sentirsi vivi, come solo durante la bella stagione ci si sente. 
  • PLAY. C'à di che giocare durante l'estate: tornei infiniti di beach volley, tuffi, racchettoni, gare di bocce, capriole sui prati verdi e chi più ne ha più ne metta. E' bello l'inverno, ma la maggior parte dei grandi divertimenti arrivano d'estate. 
  • SHARE. Viviamo in anni di condivisione continua. Non solo possiamo dividerci una bottiglia sotto le stelle tra amici, ma condividiamo con il mondo intero tutti i nostri pensieri attraverso quegli strumenti magici che sono oggi i social network. 

SUONI DI MARCA 2015 @ TREVISO



Tuborg ha sponsorizzato diversi festival quest'estate, tra cui Suoni di Marca a Treviso. Ho colto l'occasione al volo e inforcati gli occhiali da sole a specchio marchiati Tuborg siamo partiti alla volta di una di queste serate di musica, cibo e cultura a due passi da casa. Il programma era molto stuzzicante, peccato non essere riuscita a partecipare a tutti gli eventi, ma diversi gruppi che adoro erano in programmazione tra cui Tre Allegri Ragazzi Morti, Marta sui Tubi e Estra

Mi sono goduta invece tutta la serata del 5 agosto: Ottodix, Bianco e Max Gazzè. Decisamente una line up che ha esaltato le mie orecchie e i miei sensi per qualche ora. 
Con Ottodix e Bianco mi è tornato alla mente quando scrivevo per lo più di musica, ascoltavo dischi e li recensivo raccontando agli altri le mie sensazioni su note che non conoscevo. Ho chiuso gli occhi tra una folla esagerata e un caldo appiccicoso (per fortuna che c'erano tanti stand Tuborg) e mi sono immersa in un mondo tutto diverso, di suoni originali e di parole che mi hanno trafitta. 


Ottodix.
Posted by Stefano Petterson on Giovedì 6 agosto 2015



E poi c'è stato Gazzè. Non è il primo concerto che vivo di Max e come sempre non c'è che rimarne entusiasti, pezzi storici alternati alle new entry che abbiamo amato al primo ascolto.


Una notte caldissima, un cielo stupendo e un fiume umano di persone, meno male che c'era la birra Tuborg fresca e dissetante a darci la giusta reidratazione.

Strappa! 
Buzzoole

Potrebbe interessarti anche

0 commenti

Like us on Facebook

Subscribe