Diventare Mamma: Tutta Tette

giovedì, novembre 17, 2016


Le tavole da surf esultano all'idea di aumentare il volume del seno in gravidanza. Quelle che hanno già un balcone importante, stringono i denti. Ad ogni modo le tue tette si trasformeranno e chi lo sa se torneranno mai come prima. 

Il seno in gravidanza lievita, certo, a chi più e a chi meno. In realtà però non è tutto oro quel che luccica. 

Non è solo una questione di volumi. Il seno si gonfierà, sarà sempre teso e farà male. I capezzoli saranno iper sensibili, il che ha il suo pro e i suoi contro. 

Nulla di insopportabile, ma ad ogni modo non sarà più solo quella parte del corpo dedicata al piacere che era. La trasformazione da donna a madre sta per avvenire e le tue tette finiscono al centro dell'attenzione, tua e degli altri.

REGGISENO PER GRAVIDANZA

La sensibilità del seno ti porterà a lasciare nel cassetto i tuoi amati reggiseni con il pizzo, perché troppo ruvidi, a favore di anonimi reggiseni in cotone o a specifici modelli premaman in microfibra morbidissima ma assolutamente poco sexy. Una speranza ve la dà Dita Von Teese che ha lanciato da qualche tempo una linea di reggiseni premaman e da allattamento decisamente più sexy di quelli comunemente in commercio. 

ABBIGLIAMENTO IN GRAVIDANZA

Le tette che ingombrano causano anche qualche difficoltà ad infilarsi nelle consuete t-shirt aderenti. Potrebbero rendere le scritte qualcosa di ridicolo, problema che chi ha molto seno affronta ogni volta che fa shopping. Le scollature potrebbero diventare troppo osé con il volume aumentato. Dunque urgono nuovi capi di abbigliamento, anche se destinati a pochi mesi. 

LE PERSONE PARLANO DELLE TUE TETTE

Non sto parlando del tuo compagno, che di certo è entusiasta dell'aumento di taglia, ma di persone ics che conosci o anche no. L'attenzione è calamitata attorno alle tue tette diventando oggetto di commenti, osservazioni e relazioni tecniche da parte di chiunque. Ovviamente ti diranno anche come devi fare per conservarlo in uno stato decente per il post gravidanza. Grazie. 

Che palle. 

Potrebbe interessarti anche

0 commenti

Like us on Facebook

Subscribe