Cosa non può mancare sulla scrivania di un Freelance

venerdì, ottobre 06, 2017


Qualche giorno fa vi raccontavo cosa significhi in realtà essere un freelance e lavorare da casa. Vi ho ricordato l'importanza di organizzare correttamente la stanza adibita ad ufficio ed oggi mi voglio soffermare su quello che deve esserci sulla nostra scrivania per lavorare bene e in modo ordinato. 


Freelance, lavoratori da casa o dipendenti non fa differenza. La stanza in cui si lavora deve essere ordinata, predisposta al comfort e alla produttività, nel caso serva anche alla creatività. L'ordine aiuta la concentrazione, ognuno ha il suo è vero, ma ci sono delle linee guida fondamentali onde evitare di trovarsi distratti dal caos. 

La scrivania per garantire la giusta concentrazione sul lavoro da svolgere deve essere il più sgombra possibile e ovviamente perfettamente pulita. Stampanti e raccoglitori dovrebbero avere uno spazio ristretto e dedicato che non impedisca in alcun modo lo svolgimento di tutte le attività previste dal nostro specifico lavoro. Meno cose ingombrano la scrivania e migliori saranno le nostre prestazioni. Non lo dico io, ma numerosi studi sul tema. 

Sulla scrivania dobbiamo posizionare il nostro computer e il mouse (se lo utilizziamo). Al suo fianco il blocco per gli appunti e l'agenda con le scadenze del giorno. Io ci tengo pure un planner cartaceo per non scordare le varie programmazioni. E poi gli strumenti basic: penne, matite & co. Quando si lavora da casa non ci si può concedere il lusso di perdere un sacco di tempo alla ricerca dell'evidenziatore giallo o della cucitrice o della penna che scriva bene. 


Io opero in ambito web, ciò non significa che per fare il mio lavoro non servano gli strumenti classici della cancelleria, anzi. 

Cancelleria per lavorare da casa

Firmo i miei documenti ufficiali, ovvero fatture e contratti, rigorosamente con una stilografica. E' un'abitudine e non significa niente. Mi pare solo che la cosa sia a tutti gli effetti più vera, rispetto a quanto mi parrebbe se firmassi con una penna economica. 

Un portapenne, dal design semplice e comune, tiene insieme tutte le matite e le penne che utilizzo nella routine. Matite classiche che utilizzo prevalentemente per le bozze d'idee che mi vengono al volo mentre sto facendo altro. E poi tantissime penne, nere e blu prevalentemente, ma anche delle colorate che mi servono per etichettare e differenziare alcune note sulla mia agenda. 
Indispensabili per me gli evidenziatori per mettere in evidenza gli appuntamenti e le scadenze del giorno. Uso colori diversi a seconda della tipologia di evento.  I colori possono essere molto utili per organizzare il materiale professionale. 



Altro strumento indispensabile per non pasticciare su lettere e buste per me è il correttore, io lo preferisco a nastro, ma anche quello a pennello liquido può andar bene. La gomma non la uso moltissimo, ma l'importante è che all'occorrenza sia lì disponibile e non debba correre a cercarla per tutta la casa. 

Uso ancora qualche cd per archiviare dati e mi piace tenerli in ordine ben etichettati con scritto in superficie con un marcatore a punta fine il contenuto. Anche un pennarello indelebile non può mancare, soprattutto se parte del lavoro prevede l'invio di pacchi. 

A portata di mano anche cucitrice e graffette, una forbice ben affilata e il blocco dei post-it che finiscono poi per decorare la mia tabella attività da muro. Tutto il resto può essere lasciato tranquillamente nei cassetti della scrivania. L'importante è avere il materiale di consumo quotidiano a portata di mano ed evitare di tenere a vista elementi di disturbo. 

Cancelleria dove conviene acquistarla

Ai professionisti anche la cancelleria conviene in stock. Chi più, chi meno, consumiamo tutti una buona quantità di inchiostro, di correttore, di colore per organizzare il lavoro, quindi meglio fare un'unica fattura. Da diverso tempo io faccio affidamento al catalogo cartoleria per ufficio di Caprioli, con un'ampia scelta e soprattutto ottimi prezzi. E così risparmio anche tempo, che si sa per i freelance è sempre troppo poco. 

Potrebbe interessarti anche

0 commenti

Like us on Facebook

Subscribe